Labrador Retrievers

Labrador Retrievers
Labrador Retrievers – Prenota Ora

Il Labrador Retrievers, conosciuto più semplicemente come Labrador, è una razza canina che risale almeno al 1830, quando i cani d’acqua di St. Johns allevati da coloni europei a Terranova furono introdotti per la prima volta e successivamente selezionati in Gran Bretagna. Il Labrador fa parte del gruppo dei Retriever, cani allevati e selezionati a partire dal XIX secolo. Cane di taglia media, di buon temperamento, intelligente, socievole, docile, tranquillo, eccellente nuotatore (anche grazie alla “palmatura” delle zampe), in origine è stato utilizzato soprattutto dai cacciatori come cane da riporto.

Caratteristiche fisiche

I Labrador Retrievers sono cani di taglia medio/grande e muscolosi. I maschi hanno un’altezza di 57/60 cm e un peso compreso tra i 31 e i 42 kg. Le femmine sono di norma di pochi centimetri più basse (53/56 cm) e pesano dai 25 ai 34 kg. Le principali caratteristiche di questa razza, a parte il colore, sono il risultato di un allevamento con obiettivo di riprodurre un perfetto Retriever.

La testa è larga, solida e appuntita, con tartufo ampio e dentatura a forbice. Il tartufo dev’essere di colore nero quando il mantello è nero o miele, mentre dev’essere marrone quando il mantello è chocolate, non sono ammessi altri colori o combinazioni. Gli occhi sono marroni o nocciola. Le orecchie devono essere triangolari, con attaccatura un po’ arretrata e devono pendere. Il collo è vigoroso, di media lunghezza e senza bargia. Il pelo è duro, liscio, molto spesso e lanoso, con sottopelo impermeabile, di colore nero, miele o chocolate, sempre unicolore.

Cuccioli di diversi colori possono far parte della stessa cucciolata: la tinta del pelo dipende da tre fattori genetici, i quali possono anche combinarsi e dar vita a varie sfumature. I colori ammessi dagli standard vanno da un crema a un “rosso volpe” per gli esemplari miele e da un marrone di media intensità a un marrone molto scuro per i chocolate. In quanto ai neri, il colore ammesso è un nero solido, senza sfumature particolari. È ammessa una macchia bianca sul petto di dimensioni non superiori a una moneta da due euro. La coda è di media lunghezza, grossa alla base e sottile verso la punta, come quella di una lontra, e ricoperta da un pelo corto, fitto e folto.

Origini

I Labrador Retrievers sono impiegati come cani da caccia. È un eccellente cane da riporto, grazie alla sua spiccata intelligenza, utilizzato anche nella caccia in palude. In passato il suo antenato, il cane di St. John, era presente a bordo delle barche dei pescatori dell’isola di Terranova e della penisola del Labrador che lo utilizzavano per recuperare le reti e gli strumenti di lavoro caduti in acqua. È spesso presente a bordo delle barche dei pescatori di Bretagna e Normandia. Nell’Europa continentale è principalmente allevato come cane da compagnia per il suo temperamento mite, affettuoso, socievole e anche molto tranquillo rispetto a tutte le altre razze di cani della stessa taglia o anche più piccoli.

È spesso utilizzato anche come guida per i non vedenti per merito delle sue doti di docilità e facilità di apprendimento unite a una taglia medio/grande che ne consente la facile gestione nella vita quotidiana, come il trasporto sui mezzi pubblici. Uno specifico addestramento gli consente di comprendere più di cento parole. Viene inoltre impiegato anche come cane di utilità dalle forze dell’ordine e dalla Protezione Civile. L’eccezionale fiuto gli consente infatti di scovare esplosivi e sostanze stupefacenti occultati, nonché di percepire la presenza di persone sotto neve e macerie. Non è invece consigliabile come cane da guardia poiché il suo temperamento è amichevole verso chiunque.

Carattere

Il Labrador è un cane mite, intelligente e molto amichevole. La sua indole buona e il carattere predisposto all’apprendimento lo rendono adatto a essere addestrato allo svolgimento di moltissime attività, dall’assistenza ai ciechi, al soccorso in acqua, alla ricerca di persone. Grazie al suo carattere estremamente docile e affettuoso è un ottimo cane da compagnia, particolarmente adatto a vivere in famiglia, meglio se munita di bambini, con cui ama molto giocare.

Va detto che la selezione originale è stata fatta sulla capacità di riporto della selvaggina, dunque è importante ricordare che un buon Labrador è un cane che ha bisogno di fare attività fisica. Per tenerlo in forma potrebbe bastare qualche passeggiata, in linea generale ama svolgere ogni genere di attività insieme ai compagni umani. Da cucciolo è particolarmente curioso e disponibile, sempre pronto a imparare da qualsiasi cosa trovi sul proprio cammino. A qualsiasi età è bene prestare molta attenzione alla sua alimentazione, poiché recenti ricerche hanno dimostrato che il Labrador è un cane predisposto geneticamente al facile accumulo di grasso, dote indispensabile alla sopravvivenza per il suo antenato, il cane di St. John.

Toelettatura

Alcune razze hanno un mantello costituito da due strati: uno esterno (più duro e spesso, che determina il colore esterno del cane) e un altro interno (più lanoso, morbido al tatto e fino). Questo strato rimane nascosto sotto quello superiore e consente di creare uno spazio d’aria fondamentale per mitigare la temperatura dell’animale. Lo protegge dal freddo, ma anche dal caldo.

I cani che possiedono questo sottostrato, come appunto i Labrador Retrievers, non vanno mai tosati, anche se può sembrare che soffrano molto il caldo. La tosatura distruggerebbe la sua arma naturale per la regolazione della temperatura, esponendolo al rischio di disequilibrare il calore corporeo. A prescindere dal colore del mantello, la muta del pelo è molto frequente; non è raro trovare in giro del pelo tutto l’anno; negli esemplari femminili due volte l’anno, appena prima del calore, la muta è abbondante e ció si riflette anche nelle femmine sterilizzate.

Quindi il Labrador tendenzialmente non avrebbe necessità di fare il bagno troppo spesso, ma il suo animo giocherellone, la voglia di correre, tuffarsi e rotolarsi nell’erba, fanno sì che un bel bagnetto sia necessario, specie se il nostro peloso vive in casa con tutta la famiglia.